biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

Homepresentazione

Corsi di formazione per i magistrati che aspirano al conferimento degli incarichi direttivi di I e II grado - anno 2019

logoSi comunica che nella sezione "Area Riservata", sotto la voce "Area File Personali", visibile dopo aver inserito le credenziali di accesso, sono stati inseriti gli elementi di valutazione previsti dall'art.26 bis del Decreto Legislativo 30 gennaio 2006 n. 26 di ciascun magistrato che ha partecipato ai corsi di formazione per aspiranti dirigenti (DIR19003) che si sono svolti rispettivamente dal 15 al 18 aprile 2019 (già trasmessi al Consiglio Superiore della Magistratura).

FPFP19001 - L’”Età dei diritti” e la tutela giurisdizionale effettiva nel dialogo fra le Corti

logo

Il Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura, allo scopo di favorire nella massima misura possibile la partecipazione dei magistrati alle offerte formative, ha deliberato di mettere a disposizione degli interessati alcuni posti per l’ammissione al corso di formazione territoriale denominato L’”Età dei diritti” e la tutela giurisdizionale effettiva nel dialogo fra le Corti, organizzato in collaborazione con la struttura di formazione decentrata della Corte di Cassazione e programmato presso la Corte stessa nelle giornate del 30 e 31 maggio 2019. Il corso FPFP – 19001, si propone di affrontare “a tutto tondo” la tematica dell’incremento di tutele imperniata sugli strumenti che assicurano una proficua e diretta cooperazione fra le Corti interne e sovranazionali. Il ricchissimo e composito sistema di protezione dei diritti, infatti, che muove dalla Carta costituzionale, dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, è senza dubbio modulato sull’idea che più tutele massimizzino la garanzia dei diritti dell’individuo. L’interprete deve allora fare i conti con una realtà variegata e complessa nella quale, non di rado, uno stesso caso è oggetto di esame da parte delle Corti nazionali, comprese le Corti supreme e quelle costituzionali, della Corte europea dei diritti umani e del giudice dell’Unione europea. In questo contesto, il “dialogo” fra le Corti è andato arricchendosi e complicandosi nel tempo, imponendo ad ogni giudice non solo di adempiere all’obbligo di leale collaborazione impostogli dall’art. 4 del Trattato ma anche di confrontarsi quotidianamente, nell’esaminare il caso concreto, con una serie di sfaccettature e di tutele un tempo inimmaginabili. Le due giornate di formazione intendono, dunque, offrire un ampio panorama degli strumenti a disposizione dell’interprete utili a raggiungere una massimizzazione delle garanzie, che passi attraverso le Carte vigenti e il contatto diretto con le Corti costituzionali ed europee, avuto riguardo anche alle più recenti forme di collaborazione fra Corti sovranazionali e Corti interne, supreme e costituzionali.

Il corso è riservato a 50 magistrati ordinari provenienti da tutto il territorio nazionale ad esclusione di quelli appartenenti al distretto di Roma. Gli interessati potranno formulare domanda di partecipazione con le ordinarie modalità telematiche, entro le ore 24 dell’11 maggio 2019. Nella redazione della graduatoria sarà data priorità ai magistrati che nel corso dell’anno non risultano ammessi a nessun corso, pur avendone fatto richiesta.Le ammissioni saranno comunicate agli interessati nei giorni immediatamente seguenti alla scadenza del termine. La graduatoria dei magistrati ammessi sarà comunque pubblicata sul sito istituzionale.

Il corso avrà inizio alle ore 9.00 del 30 maggio e terminerà alle ore 13.00 del 31 maggio (vedi programma) La Scuola ha già provveduto alle prenotazioni alberghiere per i giorni 29 e 30 maggio 2019

Per fare richiesta di partecipazione, dopo aver inserito nome utente e password, cliccare qui.

Per consultare la lista degli ammessi cliccare qui

Per consultare il materiale clicca qui

LA APP MYSSM ORA DISPONIBILE PER DISPOSITIVI APPLE!

Myssm

Come preannunciato, da oggi la app della Scuola "MYSSM" è disponibile anche per i dispositivi IOS (prodotti da Apple) sul market AppStore.

Per ottenere la app è sufficiente scaricarla dal market (digitando nella stringa di ricerca la parola MYSSM) e, una volta avviata sul proprio dispositivo, inserire le medesime credenziali utilizzate per accedere alla propria area riservata del sito della Scuola Superiore della Magistratura.


Link diretto App Store

Formazione dei formatori (corso P19094): apertura dei termini per la domanda di partecipazione

logo

Nel programma generale della formazione permanente per l’anno 2019 è compreso il corso P19094, dedicato alla Formazione dei formatori, che si terrà a Scandicci tra l’11 ed il 13 novembre 2019.

Scopi e struttura dell’incontro sono illustrati nel programma, consultabile on line o mediante la relativa brochure. La selezione dei partecipanti non è stata operata con il bando generale dell’autunno 2018, al fine di favorire anche la partecipazione di magistrati che abbiano ricevuto molto recentemente l’incarico di formatori decentrati. Si provvede quindi con il presente bando nazionale.

I posti disponibili per l’incontro sono complessivamente cento. Potranno proporre domanda tutti i magistrati interessati ai temi della formazione, sia professionali che onorari, con l’avvertenza che saranno selezionati con criterio di precedenza assoluta tre componenti di Struttura territoriale della formazione per ciascun distretto di Corte d’appello (e per la Struttura della Cassazione), numero portato a quattro per i distretti nei quali operino 350 magistrati ordinari o più. Avranno titolo per l’attribuzione della precedenza coloro per i quali, alla data del 3 giugno 2019, il Consiglio superiore della magistratura avrà deliberato la nomina quali formatori decentrati.

Per ciascun distretto, ove sia stata proposta domanda, tra i componenti del gruppo di formatori saranno prescelti con criterio di prevalenza un magistrato onorario e un magistrato responsabile di spesa. Nel caso che il numero delle domande di formatori della stessa Struttura territoriale superi quello dei posti disponibili, fermi i criteri di prevalenza appena enunciati, sarà data la precedenza alla minore anzianità nel ruolo di formatore decentrato. Per i posti non assegnati con criterio di precedenza sarà formata una graduatoria nazionale secondo gli ordinari criteri. Il termine per la richiesta, da formularsi con le usuali modalità telematiche (clicca qui), è fissato al 3 giugno 2019. L’ammissione sarà direttamente comunicata agli interessati, i quali dovranno confermare la propria partecipazione, con le usuali modalità telematiche, entro il 20 giugno 2019. Scaduto inutilmente il termine, gli interessati saranno esclusi, e sarà effettuato lo scorrimento della eventuale lista di attesa (con precedenza per i formatori territoriali eventualmente in lista per la stessa Struttura del magistrato escluso).

Si ringrazia per l’attenzione.

SQUADRA ITALIANA DI M.O.T. VINCE LA SEMIFINALE DELLA COMPETIZIONE THEMIS

La nostra squadra di magistrati in tirocinio, composta da Maria Cecilia Rebecchi, Elisabetta Favaretti e Francesca Scribano e guidata da Stefano Caramellino del Tribunale di Milano, ha vinto a Budapest la semifinale in materia di cooperazione giudiziaria nel settore penale della competizione Themis della Rete di Formazione Giudiziaria Europea.

Congratulazioni ai quattro magistrati!

Giunta alla sua quattordicesima edizione, la competizione Themis riunisce magistrati in tirocinio dei diversi Paesi dell'Unione Europea con gli obbiettivi dello scambio di esperienze, condivisione di valori e discussione di nuove prospettive in diversi settori del diritto dell'Unione. La competizione si svolge in lingua inglese di fronte ad una giuria internazionale che premia la presentazione di un progetto, considerandone la qualità, l'originalità e i riferimenti alla giurisprudenza delle corti europee.

Questo successo servirà da incoraggiamento alle altre quattro squadre italiane di magistrati in tirocinio che si cimenteranno nelle prossime settimane nelle tre semifinali in materia di cooperazione giudiziaria civile,  diritto di famiglia ed etica professionale. La finale si svolgerà in Francia nel mese di novembre e riguarderà il tema dell’accesso alla Giustizia.

MySSM: la Scuola della Magistratura in un click!

Myssm

Dopo il suo annuncio e, superata la fase dei test, arriva finalmente la prima App della Scuola superiore della magistratura. La app è scaricabile gratuitamente sul market Play Store (per dispositivi Android) e, a brevissimo, sarà disponibile anche su App Store (per dispositivi IOS). Per accedervi, una volta scaricata l'app, è sufficiente inserire le medesime credenziali in vostro possesso per entrare nella vostra area riservata del sito della Scuola.

In alcune versioni di play store è necessario inserire la stringa di ricerca "myssm scuola superiore magistratura" anzichè semplicemente "myssm" per trovare la nostra app.

Grazie ad una grafica originale ed alla struttura semplificata, avrete un'estrema facilità nell'accesso ai contenuti e alle informazioni principali della Scuola. Potrete consultare e  scaricare programmi e materiali di studio a corredo dei corsi, controllare la graduatoria degli ammessi ai corsi e la lista di attesa. Potrete, altresì, comunicare rapidamente con i vari dipartimenti della Scuola per ottenere le informazioni di cui avete bisogno. Insomma questo strumento vi consentirà di tenere sempre a vostra disposizione tutte le notizie che riguardano la vostra formazione.

Link diretto al Play Store

BANDO (SUPPLEMENTARE) PER LA PARTECIPAZIONE A CORSI INTERNAZIONALI DI FORMAZIONE NELL’ANNO 2019

internazionali

La Scuola superiore della magistratura opera all’interno della Rete europea di formazione giudiziaria (di seguito: EJTN), collabora con istituzioni internazionali che svolgono o promuovono attività di formazione di giudici e pubblici ministeri (ERA –Academy of European Law-) e inoltre partecipa, in consorzio con alcune istituzioni giudiziarie ed enti di ricerca, a progetti internazionali finanziati dall’Unione Europea che prevedono, tra l’altro, attività di formazione giudiziaria (in questo caso: il progetto e-NACT, cui la SSM partecipa nell’ambito di un consorzio internazionale guidato dall’Istituto Universitario Europeo di Fiesole).
La Scuola ha già pubblicato nel mese di dicembre 2018 un bando per acquisire la disponibilità di magistrati ordinari alla partecipazione a 115 corsi internazionali di formazione giudiziaria programmati nell’anno 2019 all’estero o in Italia.
Successivamente alla scadenza del bando sono maturate nuove opportunità di partecipazione a quattordici corsi internazionali.

Il bando, che può essere letto qui, fissa la scadenza del 16 aprile 2019. Le istanze potranno essere presentate in via telematica, per mezzo del form presente sul sito web della Scuola alla voce “Attività internazionale - partecipazione interpelli”, visibile dopo autenticazione.
Il bando rinvia all’elenco dei corsi.

INAUGURAZIONE DELL’ANNO FORMATIVO 2019 ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SERGIO MATTARELLA

IMG inaugurazione02
Foto:Quirinale

Scandicci, 5 aprile 2019 – Si è svolta questa mattina, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, la cerimonia di inaugurazione dell’anno formativo 2019 della Scuola superiore della magistratura.
L’evento è stato aperto dalla prolusione del Presidente del Comitato direttivo della Scuola, Gaetano Silvestri, cui hanno fatto seguito gli interventi del Vice Presidente del Consiglio superiore della magistratura, David Ermini, e del Ministro della giustizia, Alfonso Bonafede.
Tra le autorità presenti, il Presidente della Corte costituzionale, Giorgio Lattanzi, il Vice Presidente della Camera dei deputati, Ettore Rosato, la senatrice Laura Bottici, in rappresentanza del Presidente del Senato, il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e i sindaci di Scandicci e di Firenze, Sandro Fallani e Dario Nardella.

Intervento del Presidente della Repubblica
Intervento del Presidente della SSM
Intervento del Vice Presidente del CSM
Intervento del Ministro della giustizia

Agenzie di stampa

SSM
Relazione annuale del Presidente
Relazione annuale del Segretario generale

Certificazione Unica 2019

cu2016Nella sezione "Area Riservata", sotto la voce "Area File Personali", visibile dopo aver inserito le credenziali di accesso, si possono scaricare le certificazioni uniche relative ai compensi erogati nel corso dell’anno 2018 a tutti coloro che hanno collaborato in  qualità di esperti formatori, relatori e coordinatori, già trasmesse all’Agenzia delle Entrate.

Altri articoli...

Go to top