biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

HomeStrutturaSegretario Generale

Segretario Generale

Il Segretario generale è nominato dal Comitato direttivo fra i magistrati o i dirigenti amministrativi. È il responsabile della gestione amministrativa della Scuola e provvede all’esecuzione delle delibere del Comitato direttivo. Rientra altresì nelle attribuzioni del Segretario generale la predisposizione della relazione annuale sull’attività della Scuola e del progetto del bilancio di previsione e di quello consuntivo da sottoporre al Comitato direttivo per l’approvazione.

 ALESSANDRO D'ANDREA

Nato a Roma, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza con lode presso l’Università “La Sapienza” di Roma.
Entrato nei ruoli della magistratura nel 1996, ha prestato inizialmente servizio presso il Tribunale di Termini Imerese, dove, dopo una breve esperienza nel settore civile, ha prevalentemente svolto le funzioni di Giudice per le indagini preliminari e per la udienza preliminare.
E’ stato successivamente magistrato dell’Ufficio Studi e Documentazione del Consiglio Superiore della Magistratura e poi magistrato addetto all’Ufficio del Massimario e del Ruolo della Corte di Cassazione, ove si è prevalentemente occupato della materia penale. Ha anche svolto le funzioni di Consigliere applicato ad una Sezione penale della Corte.
E’ autore di diverse pubblicazioni su manuali, riviste giuridiche ed opere collettanee. Ha collaborato con l’Istituto di Diritto Penale dell’Università “La Sapienza” di Roma e tenuto lezioni presso Università e Scuole di specializzazione per le professioni legali.
E’ stato coordinatore e relatore in numerosi convegni ed incontri di studio, anche organizzati dalla Scuola Superiore della Magistratura, nonché componente di una Commissione ministeriale in materia di medicina difensiva e di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie.
Ha ricoperto numerosi incarichi internazionali, in particolare rappresentando il Consiglio Superiore della Magistratura ai lavori dell’ENCJ (European Network of Councils for the Judiciary) e partecipando, in qualità di esperto di breve e medio periodo, a progetti di gemellaggio con Paesi dell’area balcanica.

Go to top