Formazione permanente Torna Indietro
P21052 Il procedimento esecutivo civile



Tema tradizionale della programmazione della Scuola, il processo esecutivo è stato fortemente inciso dalla legislazione anti-Covid. Sarà, pertanto, riesaminato alla luce di essa, interrogando il sistema delle esecuzioni forzate, attraverso uno sforzo di riflessione su regole mutevoli e principi sedimentati, condizionamenti del mercato e imprescindibili garanzie.

Il corso si soffermerà su alcuni aspetti tecnici e processuali: l’impatto delle c.d. vendite telematiche, l’evoluzione dell’istituto dell’ordine di liberazione, il perimetro delle sospensioni e delle improcedibilità scandite dalla normativa dell’emergenza, i riflessi sulle conversioni dei pignoramenti, l’importanza della giurisprudenza nomofilattica sul piano della certezza del diritto.

Ci si occuperà, inoltre, delle problematiche organizzative concernenti la configurazione dell’Ufficio del processo nell’ambito delle espropriazioni, la gestione del “ruolo” del giudice dell’esecuzione e i rapporti tra quest’ultimo e i suoi ausiliari, profili che influiscono sul governo del processo e su tempi e qualità della risposta di giustizia. Segnatamente, si indagheranno gli aspetti di interferenza, coordinamento e indirizzo tra il giudice e i professionisti.

Saranno approfondite le nuove modalità di gestione dell’udienza -per iscritto, da remoto e mista-. tenendo conto delle particolarità del processo esecutivo, con speciale riferimento alla partecipazione di soggetti non assistiti (soprattutto il debitore, il comproprietario di bene pignorato in quota, il terzo debitor debitoris). A ciò andranno affiancate le ulteriori prospettive evolutive, in particolare con riferimento alla progressiva trasformazione della celebrazione delle aste da modalità mista in modalità telematica pura, nonché l'eventuale (parziale o totale) sostituzione delle visite degli immobili da parte degli interessati con tour interattivi, superandola modalità del mero tour virtuale.

Si esamineranno le difficoltà gestionali dell'ufficio in relazione alla scelta ed alla vigilanza sui nuovi soggetti introdotti dalla disciplina delle vendite telematiche, cioè i gestori delle vendite e quelli della pubblicità, senza trascurare le problematiche poste dal nuovo onere pubblicitario, sempre legato al passaggio alle vendite telematiche, costituito dal portale delle vendite pubbliche.

Una riflessione verrà dedicata, infine, al ruolo delle c.d. “prassi”, ed al loro impatto sull’esercizio della giurisdizione esecutiva.

 

Caratteristiche del corso:

 

Area: civile

Organizzazione: Scuola Superiore della Magistratura; durata: quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali, dibattito, gruppi di lavoro ed eventuale tavola rotonda); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: settantacinque magistrati ordinari con funzioni civili, dieci magistrati onorari con funzioni civili e cinque avvocati.

Eventuali incompatibilità: nessuna.

Sede e data del corso: Scandicci, Villa di Castel Pulci, Data: 23 giugno 2021 (apertura lavori ore 15.00) - 25 giugno 2021 (chiusura lavori ore 13.00).

Filtra corsi

Applica Filtro