Privacy Policy della Scuola Superiore della Magistratura

Informativa per il trattamento di dati personali

Documento informativo ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 13, GDPR 679/2016

In osservanza di quanto previsto dal GDPR 679/2016, siamo a informarLa sul trattamento dei dati personali relativi alla Sua Persona a quella dei suoi familiari, anche minorenni, da noi acquisiti in funzione dei rapporti contrattuali e per permetterci di svolgere la nostra attività in modo adeguato e secondo le previsioni normative vigenti.


1. IDENTITA’ DI CONTATTO DEL TITOLARE e del DPO


Il Titolare del trattamento dei dati è la Scuola Superiore della Magistratura, con sede in Roma Via Tronto 2, P. Iva 97701980589 mail: protocollo@scuolamagistratura.it pec: protocollo@scuolamagistraturacert.it
Il Titolare, ai sensi dell’art. 37 del Regolamento europeo 679/2016, ha provveduto a nominare un Responsabile per la Protezione dei Dati (Data Protection Officer), contattabile tramite mail al seguente indirizzo dpo@scuolamagistratura.it per tutte le questioni relative al trattamento dei dati personali e all’esercizio dei diritti ad esso relativi.


2. FINALITA’ DEL TRATTAMENTO E BASE GIURIDICA


I dati saranno trattati per:

  • L’adempimento in via esclusiva della formazione e dell’aggiornamento dei magistrati, degli operatori della giustizia o degli iscritti alle scuole di specializzazione forense, secondo le previsioni di legge e statutarie
La comunicazione dei dati personali, da parte dell’interessato, è obbligatoria e si rende necessaria per il conseguimento delle finalità sopra indicate. Il mancato conferimento dei dati rende ineseguibile l’adempimento dell’obbligo di legge da parte del Titolare e dell’interessato.


3. AMBITO DI COMUNICAZIONE E DESTINATARI DEL TRATTAMENTO


I Vostri dati, salvo obblighi di comunicazione previsti per legge alle autorità di Polizia, potranno essere comunicati da parte nostra esclusivamente ai soggetti terzi di seguito indicati:
  • Docenti e discenti dei corsi.
  • Consulente contabile, fiscale, legale.
  • Enti pubblici, autorità giudiziarie ed altre istituzioni, se previsto da leggi, regolamenti, direttive comunitarie.
  • Società e professionisti addetti alla sorveglianza dei locali. • Società di prenotazione alberghiera e biglietti di viaggio.
  • Società di fornitrice del data base di ricerca di materiale giuridico
  • ocietà di gestione del sito web e delle applicazioni mobili relative, in via esclusiva, alle attività della SSM
  • • Società di gestione del sito web e delle applicazioni mobili relative, in via esclusiva, alle attività della SSM
I predetti soggetti, ad esclusione dei docenti e discenti dei corsi, si configurano come Responsabili esterni del trattamento dei dati conferiti.

4. TEMPO DI CONSERVAZIONE DEI DATI RACCOLTI


I dati trattati per lo svolgimento delle finalità sopra indicate saranno conservati nei limiti di legge previsti e secondo i Regolamenti in essere tra SSM e CSM.

5. DIRITTI DELL’INTERESSATO


Il Regolamento Europeo n. 679/2016 riconosce all’Interessato alcuni diritti, per consentire l’esercizio dei quali dovrà rivolgersi al Titolare:
  • Diritto di accesso ai dati raccolti e trattati – art. 15
  • Diritto di ottenere la rettifica dei dati – art. 16
  • Diritto di ottenere la cancellazione dei dati e diritto all’oblio – art. 17
  • Diritto di ottenere la limitazione di trattamento – art. 18
  • Diritto alla portabilità dei dati ad altro titolare – art. 20
  • Diritto di opposizione al trattamento – art. 21
  • Diritto alla non sottoposizione a trattamenti automatizzati – art. 22
  • Diritto di presentare reclamo all’Autorità di Controllo – art. 77;
  • Diritto di presentare ricorso giurisdizionale nei confronti dell’autorità di controllo (art. 78) e nei confronti del titolare e/o del responsabile del trattamento (art. 79);
  • Diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento, senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

6. RECLAMO ALL’AUTORITA’ DI CONTROLLO


L’interessato ha diritto a proporre reclamo presso l’Autorità di Controllo nel caso in cui le proprie richieste di informazioni, ovvero le richieste di esercizio dei diritti riportati al precedente paragrafo 5 non abbiano ottenuto il riscontro atteso.
L’Autorità di riferimento è il Garante per la Protezione dei dati personali