Formazione permanente Torna Indietro
P21054 La dematerializzazione degli atti e dei documenti nel diritto e nel processo



Lo sviluppo tecnologico, da tempo, ha interessato i rapporti sociali ed economici con la sostituzione dei tradizionali sistemi di comunicazione ed ha inciso profondamente sulle modalità di assunzione di obbligazioni, sugli elementi costituivi del contratto, sui sistemi di conservazione documentale, e sulla tipologia di informazioni che possono essere utilizzate per la difesa dei diritti in sede giudiziale, oltre che sulle stesse modalità di svolgimento del processo, con l’avvento del cd. processo telematico.

L’informatizzazione dei dati sta portando ad un lento ma inesorabile abbandono del documento analogico, tanto più in contesti in cui l’operatività è strettamente legata all’utilizzo dello strumento elettronico.

Inoltre, l’emergenza epidemiologica e la conseguente necessità di osservare il distanziamento sociale e diminuire gli spostamenti ha comportato una decisiva spinta verso la dematerializzazione degli atti e dei documenti. 

Questa evoluzione richiede l’assunzione di nozioni informatiche in costante aggiornamento nonché la conoscenza di come verificare la veridicità e la “conformità all’originale” dei documenti digitali o informatici allegati.

Il corso si propone, dunque, di fornire le nozioni fondamentali sui concetti-base (documento informatico, firme elettroniche, etc.) contenuti nel codice dell’amministrazione digitale - C.A.D. - (d.lgs. n. 82 del 2005), in linea con il regolamento EU n. 910/2014 (eIDAS), secondo le linee guida emanate dall’AGID (Agenzia per l’Italia digitale), soggette a continua evoluzione.

L’illustrazione di tali concetti verrà poi declinata, nelle ricadute applicative, con particolare riferimento ai pertinenti istituti del diritto sostanziale ed allo svolgimento del processo, anche per analizzare le ipotesi di produzione di documenti informatici, la valenza della firma digitale e la possibilità di disconoscimento, gli aspetti costitutivi del documento informatico e i limiti di validità della produzione analogica di rappresentazioni web.

 

Caratteristiche del corso:

 

Area: comune

Organizzazione: Scuola Superiore della Magistratura; durata quattro sessioni (due giorni e mezzo); metodologia: mista (relazioni frontali, dibattito, gruppi di lavoro ed eventuale tavola rotonda); numero complessivo dei partecipanti: novanta; composizione della platea: ottanta magistrati ordinari oltre a cinque avvocati e cinque componenti degli Uffici innovazione individuati dal Consiglio Superiore della Magistratura.

Eventuali incompatibilità: nessuna

Sede e data del corso: Aula virtuale - Microsoft Teams 23 giugno 2021 (apertura lavori ore 15.00) – 25 giugno 2021 (chiusura lavori ore 13:00).

Filtra corsi

Applica Filtro