biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

Home

BANDO PER L’AMMISSIONE AL CORSO STRAORDINARIO T19019 (Il codice di procedura penale a trent’anni dall’entrata in vigore: bilancio e prospettive)

logoSu proposta della Struttura decentrata di formazione presso la Corte suprema di cassazione, ed in collaborazione con essa, la Scuola superiore ha deliberato di istituire un corso straordinario che, in occasione del trentennale dell’entrata in vigore del vigente codice di procedura penale, valga a tracciare un bilancio dell’esperienza applicativa e, se del caso, ad individuare prospettive di soluzione per i molti problemi sul tappeto.

Il corso avrà luogo a Roma, presso la sede della Corte suprema di cassazione, fra il 4 dicembre 2019 ed il 6 dicembre 2019.

Le ammissioni dei magistrati che prestano servizio nel distretto di Roma o presso la Corte di cassazione saranno regolate e disposte dalla Struttura decentrata che partecipa all’organizzazione del corso, con apposita procedura di interpello.

Ai magistrati ordinari di distretti diversi da quello di Roma sono riservati 60 posti in totale. In caso di eccedenza delle domande rispetto al numero dei posti disponibili saranno utilizzati, per la formazione della graduatoria, i comuni criteri di ordinamento, con la precisazione che sarà comunque garantita la presenza di 25 magistrati con funzioni inquirenti e 35 magistrati con funzioni giudicanti penali. Al corso saranno anche ammessi dieci avvocati operanti fuori dal Foro di Roma, selezionati a cura del Consiglio nazionale forense.

Le domande di ammissione dovranno essere proposte con le ordinarie modalità telematiche entro il 10 novembre 2019. Come detto, i magistrati del distretto di Roma e quelli della Suprema Corte non potranno accedere alla selezione nazionale. Gli ammessi riceveranno comunicazione individuale del provvedimento, e non dovranno dare ulteriore conferma della propria partecipazione. Coloro i quali dovessero invece rinunciare alla partecipazione dopo il provvedimento di ammissione dovranno darne espressa e tempestiva comunicazione alla Scuola, ferme restando le vigenti disposizioni di contabilità. La graduatoria sarà comunque pubblicata sul sito istituzionale.

Per richiedere la partecipazione al corso fare click qui dopo aver effettuato il login al sito.

Interpello per 16 posti da Formatore Decentrato Magistrati TOGATI

logoE’ stato pubblicato l’interpello per l’acquisizione di disponibilità dei Magistrati di Professione alla nomina di 16 posti di formatori decentrati per il biennio 2020 -2022, relativamente ad alcuni distretti: Ancona, Bari, Caltanissetta, Campobasso, Catania, Catanzaro, Genova, L’Aquila, Messina, Milano, Reggio Calabria, Salerno e Venezia.
La domanda potrà essere formulata a partire dal 18 OTTOBRE ed entro il giorno 18 NOVEMBRE 2019 ore 24:00.

Per la consultazione del bando aggiornato, cliccare qui.

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AL CORSO STRAORDINARIO “LE GARANZIE ISTITUZIONALI DI INDIPENDENZA DELLA MAGISTRATURA IN ITALIA” (codice FPFP19003)

logoIl Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura, a fronte di recenti avvenimenti che hanno aperto una vasta discussione pubblica su profili essenziali dell’ordinamento giudiziario e del sistema delle garanzie di indipendenza per la magistratura, avuto riguardo ai propri compiti istituzionali di studio e approfondimento dei temi oggetto della formazione dei magistrati [art. 2, comma 1, lettere l) ed m), del d.lgs. n. 26 del 2006 e art 2, comma 1, lettere l) ed m), dello Statuto], ha deliberato di procedere alla organizzazione di un corso straordinario di formazione e approfondimento sul tema de “Le garanzie istituzionali di indipendenza della magistratura in Italia”.
Il corso, che sarà aperto alla presenza del Presidente della Repubblica, si terrà in Roma, nella Sala d’onore della Banca d’Italia, dal 5 al 7 novembre 2019, ed è prevista tra l’altro la partecipazione di: a) 140 magistrati professionali in servizio presso distretti diversi da quello di Roma; b) 20 magistrati onorari in servizio presso distretti diversi da quello di Roma; c) 50 magistrati professionali in servizio presso la Corte di cassazione o nel distretto di Roma; d) 15 magistrati onorari in servizio nel distretto di Roma; e) 15 magistrati ordinari in tirocinio.
In caso di eccedenza delle domande rispetto al numero dei posti disponibili saranno utilizzati, per le prime quattro graduatorie, i correnti criteri di ordinamento. Per i magistrati in tirocinio sarà garantita l’ammissione di almeno un richiedente per ciascuno dei distretti dai quali proverranno le domande di partecipazione (con ammissioni in sovrannumero nel caso fossero coinvolti più di 15 distretti; in caso di pluralità di richiedenti per singolo distretto sarà data precedenza al magistrato di più giovane età anagrafica).
Il programma del corso, già approvato, viene pubblicato contestualmente al presente bando per favorire una valutazione informata sui contenuti dell’iniziativa e dunque sulla opportunità della partecipazione.
Le domande dovranno essere proposte con le ordinarie modalità telematiche, a partire dal 6 settembre 2019 ed entro termine del 25 settembre 2019. Gli ammessi riceveranno apposita comunicazione, e le graduatorie saranno comunque pubblicate sul sito.

Per accedere al programma del corso cliccare qui
Alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione, sono state formalizzate 1197 richieste ad opera di magistrati. Sono state formate graduatorie secondo i criteri indicati nel bando, con ammissione di 190 magistrati professionali, 35 magistrati onorari, 15 magistrati ordinari in tirocinio.

Per la consultazione della graduatoria clicca qui

Per la consultazione della lista di attesa clicca qui

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AL CORSO STRAORDINARIO - "Le disposizioni penali in materia di neofascismo, negazionismo e crimini d’odio”. (FPFP19004)

logoIl Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura, nell’ambito della programmazione mirata ad una regolazione dell’offerta formativa anche in rapporto all’attualità dei fenomeni di rilevanza giudiziaria, ha deliberato di procedere alla organizzazione di un corso straordinario su Le disposizioni penali in materia di neofascismo, negazionismo e crimini d’odio.

Il corso sarà tenuto dal 20 novembre 2019 (ore 15) al 22 novembre 2019 (ore 13), presso la sede della Scuola in Villa Castelpulci di Scandicci.
La Scuola ammetterà complessivamente 72 magistrati professionali con funzioni penali, riservando 36 posti a magistrati del pubblico ministero e 36 a magistrati giudicanti. Saranno ammessi inoltre 12 magistrati onorari con funzioni penali e 6 avvocati (da selezionare questi ultimi a cura del Consiglio Nazionale Forense). Le graduatorie riguardanti i magistrati saranno compilate in base agli ordinari fattori di ordinamento. In caso di eccedenza delle domande rispetto ai posti disponibili, nell’ambito di ciascuna delle tre categorie interessate, saranno posposti ad ogni altro richiedente coloro che risultino essere stati ammessi al corso P18074.

I magistrati ammessi riceveranno apposita comunicazione, e con essa le istruzioni per gli adempimenti successivi. La graduatoria sarà comunque pubblicata sul sito istituzionale.
Gli interessati potranno formulare domanda di partecipazione con le ordinarie modalità telematiche, entro le ore 24 del 1 ottobre 2019.

Per la presentazione della domanda di partecipazione cliccare qui dopo aver eseguito il login.

Per il programma cliccare qui

Per la consultazione della graduatoria clicca qui

 

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AL CORSO STRAORDINARIO - "Il nuovo codice della crisi e dell’insolvenza”. (FPFP19006)

logo

Il Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura, avuto riguardo ai propri compiti istituzionali di studio e di approfondimento dei temi oggetto della formazione dei magistrati [art. 2, comma 1 lettere l) ed m), del d.lgs n. 26 del  2006 e art. 2, comma 1, lettere l) ed m) dello Statuto], ha deliberato di procedere alla organizzazione di un corso straordinario di formazione e di approfondimento su “Il nuovo codice della crisi e dell’insolvenza”.

La Scuola Superiore della Magistratura riveste un ruolo istituzionale primario nella formazione specializzata dei giudici addetti alla materia concorsuale e nella definizione di “linee guida generali per la definizione dei programmi dei corsi di formazione e di aggiornamento” dei soggetti incaricati dall’autorità giudiziaria delle funzioni di gestione e controllo nell’ambito delle procedure regolate dal nuovo codice della crisi e dell’insolvenza; per tale ragione, la SSM intende avviare, con la necessaria tempestività, tutte le attività di formazione rivolte ai giudici specializzati nell’ambito di una programmazione a carattere straordinario.

L’intenzione formativa è quella di utilizzare il periodo di “vacatio legis” per approfondire la materia concorsuale oggetto della importante riforma di sistema, anche con iniziative formative a carattere straordinario.

Innanzitutto è bene ricordare che la SSM, nell’ambito della programmazione ordinaria relativa all’anno 2019, ha già previsto due importanti occasioni di studio del diritto della crisi d’impresa riformato con i seguenti corsi:

- “Corso per l’esercizio delle funzioni specializzate di giudice addetto alle procedure concorsuali” (codice P19058);

- “La procedura di concordato preventivo” (P19074).

A questo progetto formativo dovrà essere aggiunta la presente iniziativa, avente carattere straordinario, la quale, al fine di favorire un metodo didattico uniforme, servirà da apri pista per le strutture territoriali della formazione decentrata, che dovranno organizzare un corso (di tipo interdistrettuale) ubicato in tre distinte aree geografiche (nord, centro e sud), con il necessario coordinamento da parte del comitato direttivo della SSM che ha elaborato il presente programma.

Il corso intende sollecitare le prime importanti riflessioni sulle modifiche normative introdotte dal decreto legislativo 12 gennaio 2019 n. 14 “Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza” in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155.

Al corso, che si terrà a Roma dal 2 al 4 dicembre presso i locali della Corte di Cassazione, saranno ammessi novanta magistrati, con preferenza per coloro che svolgono funzioni specializzate (sia civili che penali) nella materia della crisi di impresa; in caso di eccedenza delle domande rispetto al numero dei posti disponibili saranno utilizzati i criteri di selezione ordinaria.

Il programma del corso, già approvato, verrà pubblicato contestualmente al presente bando per favorire una valutazione informata sui contenuti dell’iniziativa e dunque sulla opportunità della partecipazione.

Le domande dovranno essere proposte con le ordinarie modalità telematiche a partire dall' 11.9.2019 al 28.9.2019.

Gli ammessi riceveranno apposita comunicazione e le graduatorie saranno comunque pubblicate sul sito.

Per accedere al programma del corso cliccare qui.

Per la presentazione della domanda di partecipazione cliccare qui.

Per la consultazione della graduatoria clicca qui

 

BANDO PER L’AMMISSIONE AL CORSO 2019 DI RICONVERSIONE ALLE FUNZIONI CIVILI (P19107)

logo

Così come annunciato in sede di Programma generale della formazione permanente per il 2019, la selezione dei partecipanti per il cosiddetto corso di riconversione alle funzioni civili viene operata mediante un apposito bando, relativamente prossimo all’evento formativo, in modo da coinvolgere in potenza il maggior numero possibile di interessati.

Saranno ammessi al corso anzitutto i magistrati ordinari in servizio o già in servizio negli uffici penali che siano stati o siano destinati a funzioni civili (in modo esclusivo o concorrente) con provvedimento esecutivo dal 1 luglio 2018 o assunto fino al 16 ottobre 2019. Saranno ammessi inoltre magistrati civili che, nello stesso periodo, siano stati destinati ad un settore della giurisdizione civile diverso da quello di provenienza (ordinario, esecutivo, fallimentare, lavoristico o tutelare). Infine, saranno ammessi magistrati per i quali fossero richieste attività di formazione dedicate a norma dell’art. 11, comma 11, del d.lgs. 5 aprile 2006, n. 260.

In caso di eccedenza delle domande rispetto al numero dei posti disponibili (novanta), saranno utilizzati per la graduatoria gli ordinari criteri di ordinamento, con la precisazione che saranno comunque posposti ad ogni altro richiedente coloro che risultino essere stati ammessi al corso P18094.

Il corso avrà luogo nella Villa Castel Pulci di Scandicci dal 16 al 19 dicembre 2019.

La domanda di partecipazione dovrà essere proposta con le ordinarie modalità telematiche entro il 16 ottobre 2019. Gli ammessi riceveranno comunicazione individuale del provvedimento, e non dovranno dare ulteriore conferma della propria partecipazione. Coloro i quali dovessero invece rinunciare alla partecipazione dopo il provvedimento di ammissione dovranno darne espressa e tempestiva comunicazione alla Scuola, ferme restando le vigenti disposizioni di contabilità.

La graduatoria sarà comunque pubblicata sul sito istituzionale.

AVVISO NAVETTE STUDENT HOTEL

logo

Su disposizione del Segretario Generale della Scuola la fermata di andata dallo Student Hotel e di ritorno è spostata, per ragioni di sicurezza e di viabilità, sulla rampa “Spadolini”.
Dallo Student Hotel la nuova fermata è raggiungibile, a piedi, in 3-4 minuti.

Restano confermati gli orari di partenza dei pullman come da prospetti pubblicati

Clicca qui per scaricare la cartina

25 settembre 2019

BANDO PER L’AMMISSIONE AL CORSO 2019 DI RICONVERSIONE ALLE FUNZIONI PENALI (P19105)

logo

Così come annunciato in sede di Programma generale della formazione permanente per il 2019, la selezione dei partecipanti per il cosiddetto corso di riconversione alle funzioni penali viene operata mediante un apposito bando, relativamente prossimo all’evento formativo, in modo da coinvolgere in potenza il maggior numero possibile di interessati.

Saranno ammessi al corso anzitutto i magistrati ordinari in servizio o già in servizio negli uffici civili che siano stati o siano destinati a funzioni penali (in modo esclusivo o concorrente) con provvedimento esecutivo dal 1 luglio 2018 o assunto fino al 10 ottobre 2019. Saranno ammessi inoltre magistrati penali che, nello stesso periodo, siano stati destinati a funzioni requirenti con provenienza dalle funzioni giudicanti penali o viceversa. Infine, saranno ammessi magistrati per i quali fossero richieste attività di formazione dedicate a norma dell’art. 11, comma 11, del d.lgs. 5 aprile 2006, n. 260.

In caso di eccedenza delle domande rispetto al numero dei posti disponibili (novanta), saranno utilizzati per la graduatoria gli ordinari criteri di ordinamento, con la precisazione che saranno comunque posposti ad ogni altro richiedente coloro che risultino essere stati ammessi al corso P18095.

Il corso avrà luogo nella Villa Castel Pulci di Scandicci dal 10 al 13 dicembre 2019 (attenzione: il programma pubblicato sul sito istituzionale conteneva un errore materiale, là dove indicava nel 14 dicembre, anziché nel 13 dicembre, la giornata finale del corso; l’errore è stato poi corretto).

La domanda di partecipazione dovrà essere proposta con le ordinarie modalità telematiche entro il 10 ottobre 2019. Gli ammessi riceveranno comunicazione individuale del provvedimento, e non dovranno dare ulteriore conferma della propria partecipazione. Coloro i quali dovessero invece rinunciare alla partecipazione dopo il provvedimento di ammissione dovranno darne espressa e tempestiva comunicazione alla Scuola, ferme restando le vigenti disposizioni di contabilità.

La graduatoria sarà comunque pubblicata sul sito istituzionale.

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE AL CORSO STRAORDINARIO "Accesso alla procedura di asilo e diritto ad un rimedio effettivo tra diritto interno e prospettive internazionali” (FPFP19007)

logo

Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura, in conformità con quanto annunciato nella presentazione del programma di formazione permanente per l’anno 2019, ha deliberato di procedere alla organizzazione di un corso straordinario su"Accesso alla procedura di asilo e diritto ad un rimedio effettivo tra diritto interno e prospettive internazionali”.

Il corso, organizzato in collaborazione con la Scuola superiore Sant’Anna di Pisa e destinato principalmente ai giudici della protezione internazionale, sarà tenuto dal 3 dicembre 2019 (ore 15) al 5 dicembre 2019 (ore 13)a Pisa, presso la sede della Scuola superiore Sant’Anna.

Il programma provvisorio del corso può essere letto qui.

La partecipazione è riservata ad un massimo di 50 magistrati ordinari, con precedenza per i giudici appartenenti alle Sezioni specializzate su immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione nell'Unione Europea. In caso di eccedenza del numero delle richieste di ammissione, le graduatorie saranno compilate, ferma la preferenza citata, in base agli ordinari fattori di ordinamento.

I magistrati ammessi riceveranno apposita comunicazione, e con essa le istruzioni per gli adempimenti successivi. La graduatoria sarà comunque pubblicata sul sito istituzionale.
Gli interessati potranno formulare domanda di partecipazione, con le ordinarie modalità telematiche, entro le ore 24 del 14 ottobre 2019.

Per la presentazione della domanda di partecipazione cliccare qui dopo aver eseguito il login

Altri articoli...

Pagina 1 di 5

Go to top