biancaContattiMappa del sitoEntrabianca

Home

FPFP17006 - Le decisioni del giudice civile tra esecuzione e ottemperanza

GalleriaSpadaIl Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa e la Scuola Superiore della Magistratura, nell’ambito degli accordi di collaborazione, hanno deliberato la partecipazione di n. trenta magistrati ordinari al corso dal titolo “Le decisioni del giudice civile tra esecuzione e ottemperanza”.
Si tratta di un corso organizzato dall’Ufficio Studi, massimario e formazione della Giustizia amministrativa, che si terrà il 30 novembre 2017, dalle ore 9,15 alle 17,00, presso la sede del Consiglio di Stato - Palazzo Spada .
E’ sempre più frequente che l’esecuzione delle decisioni del giudice civile dotate della stabilità del giudicato venga esperita dagli aventi diritto sia con gli strumenti dell’esecuzione forzata civile sia con l’ottemperanza innanzi al Giudice amministrativo.
Da qui la necessità di avviare una riflessione sulla coesistenza processuale dei due mezzi esecutivi, mettendone a fuoco potenzialità e limiti reciproci, soprattutto con riguardo alle possibili interferenze derivanti da litispendenze ed esecuzioni parziali e anche alla luce delle potenzialità derivanti dal rinvio al codice di procedura civile operato dall’art. 39 del codice del processo amministrativo.

I magistrati interessati dovranno far pervenire la propria disponibilità a partecipare all’incontro indicato in oggetto cliccando qui dopo aver effettuato il login entro il 19 novembre 2017.

 

BANDI PER SCAMBI BREVI (ORDINARI, SPECIALIZZATI E PER CAPI DI UFFICI GIUDIZARI), DI LUNGA DURATA E BILATERALI DELLA RETE EUROPEA DI FORMAZIONE GIUDIZIARIA (EJTN)

lding puzzle pieces resized

La SSM partecipa alla Rete europea di formazione giudiziaria quale membro effettivo nonché componente elettivo del comitato di pilotaggio. Grazie al ruolo attivo della SSM nella Rete, trecentoventiquattro magistrati italiani hanno preso parte ad attività di formazione (scambi e seminari) all’estero nel 2016. La rappresentanza dei magistrati italiani nella attività della Rete è la più elevata tra tutti i Paesi dell’Unione europea ed è in crescita nel 2017 e nelle previsioni del 2018. I “numeri” italiani sono raggiunti anche grazie all’inesauribile e prezioso lavoro svolto dalle strutture territoriali di formazione nell’organizzazione degli scambi di magistrati dell’Unione europea in Italia. 

La Scuola pubblica oggi due bandi per scambi che si svolgeranno nel 2018.

Il primo bando (che può leggersi qui), per 146 posti complessivi, riguarda scambi di breve durata tra autorità giudiziarie (ordinari, specializzati e per capi di uffici giudiziari) e presso Scuole della magistratura nonché scambi di lunga durata presso Istituzioni europee (Eurojust, Corte europea dei diritti dell’uomo e Corte di giustizia dell’Unione europea). Il secondo bando per 35 posti (che puo’ leggersi qui) riguarda gli scambi tra uffici giudiziari (scambi “bilaterali”).

Nel primo bando la scadenza per la presentazione delle domande è stata fissata dalla Rete al 15 dicembre 2017.  Le domande dovranno essere inoltrate direttamente alla Rete europea di formazione giudiziaria tramite un modulo online. Si consiglia di non utilizzare la procedura nei giorni prossimi alla scadenza, essendo prevedibili sovraccarichi del sito e possibili disservizi. La presentazione della domanda online presuppone l’attenta lettura sia del testo del bando della Scuola italiana, che ha stabilito le regole per la scelta dei candidati, sia del tutorial predisposto dalla SSM per accompagnare i candidati nella redazione della domanda.

Nel secondo bando (per “scambi bilaterali”) la scadenza è fissata al 10 gennaio 2018. In questo caso le domande dovranno essere presentate direttamente alla SSM.

.

CORSO STRAORDINARIO SULLA RIFORMA DEL SISTEMA PENALE (LEGGE N. 103 DEL 2017) - FPFP 17005

La Scuola superiore della magistratura organizza un corso straordinario sulla recentissima riforma del sistema penale, attuata mediante la legge 23 giugno 2017, n. 103, recante "Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all'ordinamento penitenziario".

Il corso si svolgerà nella sede istituzionale di Scandicci, a partire dalle ore 15,00 del giorno 8 novembre 2017 e con chiusura dei lavori alle ore 17.00 del 9 novembre 2017. Le domande di partecipazione dovranno essere proposte, con le ordinarie modalità telematiche, entro il 30 settembre 2017.

Saranno ammessi magistrati del pubblico ministero e magistrati giudicanti penali, quattro almeno per ogni distretto e quattro per gli Uffici di legittimità, con priorità per coloro che, nel corso del 2017, non siano stati ammessi ad alcun corso pur avendone fatta richiesta, e secondo l’ordine decrescente di anzianità di servizio nell’ambito dei singoli distretti, o per una lista unica nazionale da scorrere fino alla concorrenza di 90 partecipanti effettivi. Al corso saranno invitati anche 5 avvocati, selezionati come d’uso dal Consiglio nazionale forense.

Dopo aver eseguito il login cliccare qui per la presentazione della domanda. 

FIRMATO ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA SCUOLA SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA E L’ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI

logo linceiRoma, 25 ottobre 2017 - Approfondire le tematiche di maggiore impatto giuridico, sociale ed economico con la lente del giurista e del magistrato. Con questa finalità, il Presidente del Comitato direttivo della Scuola superiore della magistratura, Gaetano Silvestri, e il Presidente dell’Accademia nazionale dei Lincei, Alberto Quadrio Curzio, hanno firmato oggi, presso la sede dell’Accademia, una convenzione volta alla cura dell’attività di formazione e di studio nel settore delle scienze giuridiche, con particolare riguardo alle materie del diritto costituzionale, del diritto civile, del diritto penale e del diritto dell’economia.

Intervento del Presidente Silvestri

INCONTRO AL QUIRINALE CON I M.O.T. NOMINATI CON D.M. 03/02/2017

stendardo gr09 ottobre 2017 - Il Presidente della Scuola superiore della magistratura, Gaetano Silvestri, ha partecipato oggi al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, all’incontro con i magistrati ordinari in tirocinio nominati con D.M. 03/02/2017.

Presenti alla cerimonia, il Ministro della giustizia, Andrea Orlando; il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Giovanni Legnini; il Primo Presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Canzio; il Procuratore Generale della Corte di Cassazione, Pasquale Ciccolo; i componenti del Comitato direttivo della Scuola e del Consiglio Superiore della Magistratura.

Interpello per visita di studio presso Istituzione Europea

lding puzzle pieces - resizedLa Scuola ha il piacere di annunciare che, nell’ambito della collaborazione con la Rete europea di formazione giudiziaria, si rendera' possibile per i magistrati ordinari italiani partecipare ad una visita di studio organizzata presso l'Agenzia dell'Unione Europea per i Diritti Fondamentali (FRA).

L'interpello (che può leggersi qui) ha scadenza il 16 ottobre 2017 ore 18.00 e prevede la presentazione di una istanza informatizzata direttamente, attraverso un modulo “online", alla Rete europea di formazione giudiziaria. Si consiglia di non utilizzare la procedura negli ultimi giorni prima della scadenza, essendo prevedibili sovraccarichi del sito e possibili disservizi.

La presentazione della domanda “online” presuppone l’attenta lettura sia dell’interpello della Scuola italiana che dell’apposito “Tutorial” predisposto in allegato ad esso (ove, ad es., si danno istruzioni circa la corretta compilazione di alcuni campi del modulo informatizzato e si chiarisce che non debbono caricarsi documenti, benché il modulo informatizzato lo consenta).

IMPORTANTE AVVISO NAVETTE (LINEA M)

SI AVVISANO GLI UTENTI CHE  DAL 4 OTTOBRE AL 17 OTTOBRE (compresi) IL COLLEGAMENTO  DELLA  “LINEA M” SARA’ EFFETTUATO DALLA FERMATA TRAMVIA “DE ANDRE’” AGLI STESSI ORARI, (CAPOLINEA “LINEA M” PRESSO VIA SASSETTI), PER TEMPORANEA MODIFICA DELLA VIABILITA’ IN OCCASIONE DELLA MANIFESTAZIONE FIERISTICA DENOMINATA “SCANDICCI FIERA”

Interpello per 13 posti Formatore Decentrato Magistrati TOGATI

logo

E' stato pubblicato l’interpello per l’acquisizione di disponibilità dei Magistrati di Professione   alla nomina di 13 posti di formatori decentrati per il biennio 2017-2018, relativamente al distretto di Bologna, Brescia, Firenze, Lecce, Milano, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino e Trieste.

La  domanda  potrà  essere formulata   a  partire dal  18 settembre ed entro il  30 ottobre  2017.

Per la consultazione del bando aggiornato, cliccare qui.

Interpello per 5 posti Formatore Decentrato Magistrati ONORARI


logoE' stato pubblicato l’interpello per l’acquisizione di disponibilità di Magistrati Onorari alla nomina di 5 posti di formatori decentrati per il biennio 2017-2018, relativamente al distretto di Brescia, Campobasso, Trento e Trieste.

La  domanda  potrà  essere formulata   a  partire dal  18 settembre ed entro il  30 ottobre  2017.

 Per la consultazione del bando aggiornato, cliccare qui.

Altri articoli...

Pagina 1 di 20

Go to top